Smettere di fumare: i vantaggi

Anche se fino a qualche anno fa risultava accettabile fumare ovunque senza restrizioni, oggi è sempre più difficile, sia a causa dei vari divieti, sia perché si è sempre più consci dei gravi danni che le sigarette provocano sul corpo.

Nonostante sia una pratica piuttosto comune e attuale, iniziare a fumare è un processo tanto irrazionale quanto piacevole: da un punto di vista salutistico può portare al deterioramento delle vie aeree, culminando con un tumore ai polmoni; dal punto di vista del fumatore, invece, riguarda solamente il piacere di un pacchetto di sigarette al giorno. Non a caso è così difficile, per chi è dipendente dal fumo, prendere atto delle gravi disfunzioni indotte dalla dipendenza.

I vantaggi dello smettere di fumare sono tanti e disparati, ma senza la giusta dose di motivazione possono risultare vuoti o banali.

Vantaggi economici

Non pagare quei 4 o 5 euro in più al giorno è sicuramente un ottimo incentivo a smettere di fumare. Basti pensare che, nell’arco di un mese, eliminando il pacchetto giornaliero si potrebbero risparmiare fino a 150 euro, mentre prendendo in considerazione l’anno intero, si arriverebbe a 1800 euro risparmiati.

Vantaggi salutistici


Per essere sempre aggiornato sui nuovi prodotti lascia i tuoi dati qui sotto:

------------------------------------


Sicuramente l’impatto maggiore del fumo è quello sulla salute del fumatore. Chi fuma regolarmente, non solo è più a rischio di tumori polmonari, ma presenta anche una lunga serie di problematiche correlate. Tra queste ci sono malattie cardiovascolari, disturbi all’apparato riproduttivo con relative disfunzioni erettili, invecchiamento precoce, stanchezza e deficit al sistema immunitario. Smettere di fumare garantirebbe la riduzione del rischio di incappare in questi disturbi e un conseguente miglioramento della qualità della vita.

Vantaggi culinari

Spesso chi fuma con costanza fa fatica a percepire sapori e odori dei cibi in tutte le loro sfaccettature. Smettere di fumare consentirebbe di rientrare in possesso del proprio gusto e olfatto, permettendo al novello non fumatore di apprezzare le pietanze sulla tavola nel loro complesso.

Vantaggi legati allo stress

Anche se spesso trascurata, la salute mentale è tanto importante quanto la salute fisica e deve essere presa in considerazione. Ora che al fumatore è fatto divieto di accendersi una sigaretta in luoghi pubblici, è sempre più complicato trovare un posto adatto per fumare in pace. Spesso si è costretti a uscire dall’edificio nel quale ci si trova, magari esponendosi al gelo o all’afa del mondo esterno, solamente per fumarsi una sigaretta. Questo comportamento, sul lungo periodo, porta immancabilmente ad un sovraccarico da stress, accrescendo il rischio di scoppi d’ira o di crisi nervose. Smettendo di fumare, si potrebbe evitare la continua ricerca di aree fumatori, eliminando lo stress legato a questa attività e raggiungendo una situazione di benessere maggiore.

Vantaggi collettivi

Un vantaggio non indifferente riguarda la collettività: smettere di fumare non è utile solo al fumatore, ma anche a chiunque abbia intorno. Il fumo passivo presenta le stesse problematiche, seppur meno accentuate, di quello diretto. Cessare con l’uso di sigarette potrebbe giovare, quindi, anche a familiari e amici, non più costretti ad inalare il dannoso e invasivo fumo.

Lascia un commento