Consigli su come pulire la sigaretta elettronica

La sigaretta elettronica rappresenta uno dei più importanti risultati del settore e nel corso degli anni ha iniziato ad essere sempre più richiesta sul mercato da parte dei consumatori. Questo particolare apparecchio elettronico necessita, tuttavia, di cura e manutenzione. Ed è proprio per questo motivo che diventa imprescindibile seguire pochi ma importantissimi consigli su come pulire la sigaretta elettronica.

Come si pulisce la sigaretta elettronica

Innanzitutto, prima di apprestarsi all’operazione di pulizia della sigaretta elettronica, è sempre meglio controllare di avere a portata di mano tutti gli accessori e l’occorrente necessari a pulire l’apparecchio. Perciò è essenziale preparare un banco di lavoro disponendo in maniera comoda e veloce di un panno morbido (che può essere anche assorbente, ma non necessariamente), un pentolino, dell’acqua e un fornello.

La pulizia della sigaretta elettronica è fondamentale perché questo dispositivo, non utilizzando tabacco, viene alimentato da una soluzione ricaricabile in base all’utilizzo o alle esigenze del fumatore che può scegliere di preferire una soluzione anziché un’altra e quindi cambiare l’aroma da assaporare. Composta da una batteria e un atomizzatore, la sigaretta elettronica necessita di un’accurata fase di pulizia al fine di ottimizzare le sue prestazioni.

Consigli per una buona pulizia


Per essere sempre aggiornato sui nuovi prodotti lascia i tuoi dati qui sotto:

------------------------------------


Un’ottima manutenzione della sigaretta elettronica permette anche una maggiore durata del suo utilizzo oltre che, come già accennato, un miglioramento delle prestazioni sotto tutti gli aspetti. E’ innanzitutto consigliabile pulire tutte le componenti della sigaretta ma, per quanto riguarda la tempistica della pulizia, non esiste un suggerimento preciso e insindacabile.

Ogni consumatore può scegliere, in base alle proprie esigenze, di pulirla ad ogni ricambio della ricarica o di procedere a quest’operazione con cadenza periodica: la scelta dipende molto dalla frequenza in cui si usa la sigaretta elettronica ed è quindi molto soggettiva. E’ essenziale procedere alla pulizia singola di ogni elemento della sigaretta elettronica, dopo averla smontata.

Le fasi della pulizia

Se si procede alla pulizia della sigaretta elettronica con cadenza giornaliera, bisogna seguire alcune fasi. Innanzitutto, dopo aver smontato il dispositivo, il primo passo consiste nel rimuovere batteria e filtro. In seguito, avvicinare l’atomizzatore alla bocca e soffiare tenendo chiuso con una mano il foro posizionato all’altra estremità con il panno morbido preparato in precedenza. Il fine ultimo di questa operazione è l’espulsione totale del liquido e la pulizia veloce della sigaretta.

Oltre a questo metodo più rapido, da effettuare in maniera più frequente, ne esiste un altro molto più accurato e che deve essere effettuato rispettando intervalli di tempo più lunghi per la pulizia del dispositivo o quando si nota qualche problema nel funzionamento dello stesso. Dopo la procedura appena descritta, bisogna far bollire l’atomizzatore nel pentolino per circa un quarto d’ora. Una volta asciugato per bene, occorre avviare la batteria senza inserire il filtro. Quest’operazione va eseguita almeno un paio di volte. Alla fine della pulizia e dopo aver rimontato tutte le componenti, la sigaretta elettronica tornerà a funzionare in maniera perfetta..

Lascia un commento